Luca Paolini positivo alla Cocaina al controllo antidoping al Tour


Notizia shock dal Tour de France: Luca Paolini è risultato positivo ad un test antidoping effettuato al Tour de France questo 7 Luglio. La sostanza contestata è la Cocaina. Il ciclista è stato sospeso dal Team in attesa delle controanalisi e di conseguenza ritirato dal Tour in corso.

Luca Paolini sospeso doping

E’ il primo risultato di positività negli ultimi 2 anni al Tour.

Al Giro del 2002, Gilberto Simoni fu sospeso per via di una positività alla Cocaina e poi fu scagionato perchè assunta tramite delle caramelle portate dalla zia dal Perù, il test del capello confermò la versione di Gibo.


Brutta caduta per Nibali e Quintana al Tour

Ancora una volta una tappa che doveva essere tranquilla per gli uomini di classifica si rivela un calvario per alcuni protagonisti. Il più malconcio sembra essere la maglia gialla Tony Martin dal quale è partita la caduta che ha coinvolto Quintana e Nibali.

Per il tedesco frattura della clavicola, è stato praticamente portato dai compagni al traguardo. Difficile capire se ripartirà. Proverà sicuramente a stringere i denti ma pedalare con una frattura alla clavicola non è proprio il massimo.

Tony MArtin caduta

Piccolo diverbio tra Nibali e Froome nel finale, lo squalo pensava che fosse Froome il responsabile della caduta che lo ha coinvolto ma poi tra i due c’è stato il chiarimento.

La tappa è stata vinta per distacco da Stybar, ennesimo 2° posto per Sagan.

Brutta caduta, il Tour si ferma. Poi Rodriguez vince sul muro di Huy.

Tappa molto attesa per il finale con il muro di Huy ed invece il primo colpo di scena è su un tratto pianeggiante, dove una caduta di William Bonnet innesca una terribile caduta che coinvolge anche la maglia gialla Cancellara.
Caduta che costa il ritiro a Bonnet, Dumoulin e Gerrans.

tour de france

Molti dei caduti arriveranno al traguardo attardati (anche lo stesso Cancellara) in condizioni critiche, vedremo se riusciranno a ripartire domani.
Intanto la giuria decide di fermare il gruppo, prima neutralizzando il tempo e poi proprio fermando i corridori, una decisione che non si vede solitamente nel Ciclismo.

Dopo la ripartenza inizia la gara vera e sul muro di Huy strepitosa l’azione di Joaquim Rodriguez che stacca tutti eccetto un’eccezionale Froome che grazie all’abbuono e al distacco riesce a conquistare la maglia gialla per 1 secondo e soprattutto guadagna secondi preziosi su Nibali, Quintana e Rodriguez. Perde molto Pinot, il beniamino di casa dopo queste 2 tappe dovrà ridimensionare le sue ambizioni.

Il colpo di scena nella giornata che non ti aspetti: vince Greipel, Nibali e Quintana perdono più di 1 minuto

Si sapeva che sarebbe stata una tappa con vento forte e forse con la pioggia. Si pensava che queste condizioni potessero mettere in difficoltà Froome e che Nibali sarebbe stato uno dei favoriti in questa prima settimana e invece è successo quello che non ti aspetti.

Quintana è il primo a staccarsi a causa di un ventaglio insieme al suo compagno Valverde, dopo poco però causa una scivolata anche Nibali rimane attardato e con un solo compagno di squadra. Non riuscirà a chiudere e arriverà con Quintana, Valverde, Pinot, l’ex maglia gialla Dennis e molti altri ad oltre 1 minuto dai big.

Davanti voltata ristretta tra una ventina di corridori, Greipel anticipa di un soffio Peter Sagan e Cancellara che conquista grazie a questa volata la maglia gialla. 4° Cavendish, forse partito presto o forse non al top della forma.

Cancellara maglia gialla

Per Vincenzo Nibali ora c’è da recuperare nei confronti di Froome e Contador, domani c’è il muro di Huy e nei prossimi giorni il pavè dove Nibali lo scorso anno fece faville. Sono le tappe migliori per recuperare tempo in vista delle prime vere montagne.