Messi vomita e segna. Conati anche al Mondiale contro l’Iran [Video]


Una partita durissima per l’Argentina contro l’Iran risolta da una magia di Messi allo scadere dei 90 minuti.
Ancora una volta la Pulce si è reso protagonista con una magia dopo tanti minuti di niente.

Un’altra cosa solita purtroppo per Messi si è vista, intorno al 15° del primo tempo Lionel Messi ha di nuovo avuto i conati di vomito in campo.
Ancora silenzio su questo misterioso malessere che affligge il campione argentino.

messivomita[


De Rossi verso il forfait contro l’Uruguay

Brutte notizie in dal ritiro azzurro dopo la sconfitta contro il Costarica.
Daniele De Rossi che si è fatto male durante l’ultima partita rischia di saltare la partita contro l’Uruguay a causa di un problema muscolare.

De Rossi Uruguay

Castellacci ha confermato che qualche problema c’è per il centrocampista della Roma che in Nazionale sta svolgendo il prezioso ruolo di mediano.

L’Honduras picchia, Benzema segna. Messi vince ma non convince.

Francia 3 – Honduras 0 e Argentina 2 – Bosnia 1.
Più Benzema che Messi in questa serata Mondiale.

La Francia archivia la pratica Honduras con 2 gol e mezzo di Benzema con una sola preoccupazione: non farsi male sotto i colpi dei giocatori dell’Honduras.
Deschamps a scopo precauzionale toglie Pogba dopo pochi minuti dall’inizio del 2° tempo per evitare che il gioiellino prenda un colpo di troppo.

Qualche rischio in più lo corre l’Argentina contro una Bosnia che si sveglia tardi e viene rimessa in gioco da un Fernandez e un Romero non proprio perfetti.
Inizia malissimo la Bosnia nel suo esordio mondiale con un autogol su calcio d’angolo che porta in vantaggio i Sudamericani al Maracana.

Messi dopo una prestazione deludente regala un lampo al 64° con un’azione da fenomeno e un gol bellissimo che porta l’Argentina sul 2-0. Sul finale la Bosnia accorcia le distanze e crea qualche brivido alla corazzata albiceleste.

Messi

La Svizzera vince al 93°! Clamoroso finale di partita

Fino all’ultimo la Svizzera ci ha creduto e alla fine è riuscita a ribaltare il risultato con una splendida azione partita maestosamente da Behrami.

La partita non si era messa bene per la Svizzera che al 22° ha subito l’1-0 per l’Ecuador con il Valencia meno famoso (Enner).

Lichsteiner e compagni hanno cominciato ad attaccare ma non in maniera estrema. Al 48° il neo entrato Mehmedi ha portato la Svizzera al pareggio e l’altro neo entrato Seferovic ha chiuso definitivamente la partita al 93° a 20 secondi dal fischio finale.

Ecuador Svizzera

Ancora nessun pareggio a questi Mondiali fino ad adesso.

Scende la quota dell’Italia vincitrice al Mondiale dopo la gara con l’Inghilterra

Dopo la vittoria per 2-1 con l’Inghilterra, i bookmakers cominciano a credere nell’Italia Campione del Mondo 2014.
A inizio Mondiale l’Italia vincente finale pagava 23 volte la posta, oggi è scesa a 19 volte la posta.

Al contrario è salita la quota della Spagna dopo la rovinosa sconfitta contro l’Olanda. I Campioni in carica adesso pagano 13 volte la posta.

quote mondiali 2014

Honda illude Zaccheroni poi entra Drogba e cambia tutto

Finisce 2 a 1 tra Costa d’Avorio e Giappone, partita valida per il Gruppo C (con Colombia e Grecia).
Inizia bene il Giappone che passa in vantaggio al 16° con un gol del milanista Keisuke Honda.

La Costa D’Avorio appare disorientata e in attacco manca il punto di riferimento principale, Didier Drogba parte infatti dalla panchina.
Sul finire del 1° tempo inizia a crescere la Costa d’Avorio.

Al 62° la mossa decisiva, entra in campo Didier Drogba e 2 minuti dopo gli africani agguantano il pareggio con Bony.
Neanche il tempo di riorganizzarsi e Gervinho segna il gol del sorpasso.

Drogba e Gervinho

Con l’ingresso del suo giocatore simbolo, la Costa D’Avorio ribalta il risultato in 2 minuti. Il Giappone prova a trovare di nuovo il pareggio ma gli uomini di Zaccheroni non riescono a trovare la zampata giusta.
Ora in classifica ci sono Colombia e Costa d’Avorio in vetta a pari punti e Grecia e Giappone a 0 punti. Nella prossima giornata si incontreranno le due capoliste e le due a 0 punti.

La più bella partita del Mondiale? Inghilterra Italia

Non è la stampa italiana ad elogiare Inghilterra – Italia, bensì quella spagnola con il quotidiano Marca che ha scelto Inghilterra Italia come partita più bella del Mondiale fino ad adesso.

marca Inghilterra Italia

Sicuramente non potevamo pensare che un quotidiano spagnolo potesse scegliere lo spettacolo offerto da Olanda e Spagna, ma l’idea che la partita degli Azzurri sia la più bella ci pare un pò generoso.

Secondo Marca l’Inghilterra non ha nulla da recriminare ed anzi ha giocato meglio dell’Italia ma è stata meno precisa sotto porta. Tuttavia il risultato si può considerare giusto.

Inghilterra – Italia 1 – 2: il pagellone.

Un esordio vincente per l’Italia che ha battuto l’Inghilterra con i gol di Marchisio e Balotelli che ha riportato gli azzurri in vantaggio dopo il momentaneo pareggio di Sturridge.

Ecco le pagelle degli azzurri.

Inghilterra Italia Pagelle

Sirigu 7 Non fa rimpiangere Buffon, anzi a fine serata ti chiedi se il Capitano ci sarebbe arrivato su un paio di palloni. Unico errore, un’uscita ballerina su un Corner senza conseguenze.

Chiellini 5,5 E’ tanto che non gioca sulla sinistra e si vede. Non spinge e ogni tanto appare disorientato, meglio che torni presto in mezzo.

Paletta 5 Esordio insufficiente. Il consiglio è di farsi consigliare da Antonio Conte un buon trapiantatore. Aldilà del cuoio capelluto è apparso poco sicuro e per un difensore centrale è la peggior cosa. In ritardo sul gol

Barzagli 6,5 Un intervento tra il miracoloso e il pazzo. Va bene quindi va lodato, partita senza particolari sbavature. Tenta una grande rimonta su Rooney nel gol ma non ci riesce.

Darmian 7,5 l’uomo in più di questa Nazionale, il Grosso del 2014. I compagni lo vedono poco, per fortuna ci pensa Pirlo ogni tanto a dargli la palla. Non vediamo l’ora di vederlo con De Sciglio.

Marchisio 6,5 Gioca da esterno e appare un pò confuso sulla posizione, trova un gol bellissimo facendo passare il pallone tra 4 giocatori inglesi, un colpo di biliardo

De Rossi 6,5 L’uomo in più davanti alla difesa, infonde sicurezza e tocca bene una marea di palloni

Pirlo 7 libera Marchisio nell’occasione del gol, lancia i compagni in maniera millimetrica e sfiora un gol clamoroso. Andrebbe congelato per 4 anni dopo il Mondiale. 108 passaggi con quasi il 96% di passaggi riusciti sono numeri mostruosi

Candreva 7 Un assist e tanta corsa, la fascia sua e di Darmian potrebbe dare grandi soddisfazioni mondiali.
I suoi scatti saranno utilissimi per Prandelli

Marco Verratti 6 Una buona partita, soprattutto quando comincia ad accelerare, però da un talento simile ci aspettiamo molto di più

Balotelli 6,5 Solita partita alla Balotelli: un gol, un quasi gol e buio per il resto della partita. Fa arrabbiare Prandelli per la sua posizione molto arretrata a inizio partita.

Il Cile vince 3-1 e fa paura alla Spagna

E’ finita 3-1 la sfida tra Cile e Australia, compagne di girone di Spagna e Olanda.

La situazione nel Gruppo B vede ora Cile e Olanda a 3 punti e Spagna e Australia a 0.
La sfida di Mercoledì 18 tra Spagna e Cile sarà da dentro o fuori per i Campioni uscenti.

Durante i 90 minuti si è visto un buon Cile nella prima parte che è riuscito nel giro di 1 minuto a segnare 2 gol con Sanchez e Valdivia.

Alexis Sanchez Cile Australia

Dopo i cileni si sono addormentati e l’Australia è andata in gol con Cahill e ha rischiato di pareggiare in diverse occasioni. Un gol annullato (giustamente) all’Australia e diversi brividi per il Cile che a fine partita ha però trovato lo spazio per segnare il 3-1 con il neo entrato Beausejour.

Il Gruppo B si è già incendiato.

La Spagna subisce la manita. 5-1 per l’Olanda.

Ricomincia dalla finale dei Mondiali del 2010 il cammino di Spagna e Olanda che si incrociano 4 anni dopo la vittoria firmata da Iniesta a danno degli olandesi.

Comincia in maniera opposta con una vittoria degli olandesi per 5-1. La manita che nessuno si aspettava.

La Spagna era anche andata in vantaggio al 27° con un gol su un rigore discutibile. Xabi Alonso aveva insaccato alle spalle di Cillessen che comunque aveva intuito la direzione.

Al 44° però con un gol bellissimo di testa in tuffo Van Persie aveva riportato il risultato in parità.

Van Persie Spagna 1 Olanda 5

Poi Robben , De Vrij e di nuovo Van Persie hanno portato il risultato sul 5-1 per gli Orange.
Caos tra gli spagnoli soprattutto dalle parti di Casillas colpevole su almeno 2 dei gol.

Del Bosque avrà modo di pensare in questi giorni. Tra poco comincerà l’altra partita del girone tra Cile e Australia.