Camille Muffat muore insieme a Florence Arthaud e al pugile Alexis Vastine


Almeno 10 persone sono morte oggi nello scontro di due elicotteri nei pressi di Villa Castelli, località della provincia di La Rioja, nel nordest dell’Argentina. Otto delle dieci vittime sono cittadini francesi che partecipavano al programma televisivo ‘Dropped’ in onda su Tf1. Secondo l’emittente locale Radio La Torre. “Nei due elicotteri viaggiavano concorrenti e personale logistico”, ha informato la radio. Tra le vittime la navigatrice Florence Arthaud, 57 anni, la nuotatrice Camille Muffat, 25, e il pugile Alexis Vastine, 28.

Nuoto-Camille-Muffat

Florence Arthaud era nota come “la fidanzata dell’Atlantico”. Era stata la prima donna a compiere la traversata della “Rotta del Rum” nel 1978, quando era appena ventenne. Si piazzò seconda nella sua categoria e undicesima in quella generale. Camille Muffat aveva vinto tre medaglie alle Olimpiadi di Londra nel 2012: l’oro nei 400 metri stile libero, l’argento nei 200 metri stile libero, e il bronzo con la staffetta 4×200 stile libero. Tra gli altri titoli del suo palmares, quattro bronzi ai campionati mondiali, nel 2013 a Barcellona (200 metri stile libero e staffetta 4×200 stile libero) e nel 2011 a Shanghai (200 e 400 metri stile libero). Alexis Vastine, era un peso superleggero. Aveva vinto il bronzo alle olimpiadi del 2008 a Pechino.

Secondo il quotidiano francese Le Parisien le altre vittime francesi sono: Laurent Sbasnik, Lucie Mei-Dalby, Volodia Guinard, Brice Guilbert ed Edouard Gilles. Tra i morti anche i due piloti argentini degli elicotteri.


Arriva il primo giocatore quotato in Borsa. Ed è Vegano.

Può un giocatore di football americano, un running back per giunta, chiamato a infilarsi tra le linee avversarie, a rompere placcaggi e a sfuggire a muri umani che lo braccano, seguire una dieta vegana? Arian Foster giura di sì. Salvo poi aggiungere che, quando serve (leggi una overdose di forza ed energie, indispensabile per chi pratica questo sport), mangia anche un pollo intero. “Però mi piace essere vegano, insomma, quando posso lo preferisco”. Simpatiche incongruenze di un personaggio molto particolare nel duro mondo dei touchdown. Vegano (a metà) e poi anche filosofo, poeta, cultore dello yoga, filantropo, afroamericano con origini messicane, sposato, una figlia. E, da adesso, primo giocatore a essere, in qualche modo, quotato in Borsa.

Adrian Foster

Una stella della Nfl a cui, insomma, piace misurarsi, parecchio, con molte altre realtà. Così, quando la Fantex lo ha contattato, non si è tirato indietro. Tralasciando i tecnicismi esasperati funzionerà più o meno così: chi investirà nella compagnia potrà acquisire una parte dei futuri guadagni del giocatore. Dal canto suo il campione 27enne dei Texans di Houston riceverà dieci milioni di dollari in cambio del venti per cento del suo contratto (e parliamo di 43,5 milioni di dollari per 5 anni, con 20,7 garantiti), e la stessa percentuale di quanto incassa dai suoi sponsor pubblicitari (più o meno 700 mila dollari l’anno) e di futuri possibili ingaggi in altri ambiti collegati allo sport.

E ancora: la Fantex collocherà un milione di azioni, a 10 dollari al pezzo, alla portata solo di investitori statunitensi che non potranno possedere pacchetti superiori all’uno per cento complessivo.

Raikkonen per il dopo Massa. Adesso è ufficiale. La Lotus non l’ha presa bene…

Kimi Raikkonen correrà con la Ferrari nel 2014, sarà il compagno di squadra di Alonso.
E’ finita così la telenovelas del dopo Massa in Ferrari, con l’ufficilità dell’arrivo del Finlandese.

Raikkonen Ferrari 2014

Una notizia che non ha portato felicità ovunque. L’attuale squadra di Raikkonen (la Lotus) sembra non averla presa bene. Ecco cosa ha postato su Twitter dopo che è stata resa ufficiale la notizia.

Guido Meda lascia Mediaset per Sky?

Gli spettatori di Mediaset dovranno dire addio al Motomondiale dal prossimo anno.
Sarà infatti Sky a trasmettere la MotoGP e le altre classi, e in parte lo farà in chiaro.

Molte gare però saranno visibili solo per gli abbonati al colosso di Murdoch.
E vista la partenza del Motomondiale è presumibile anche una partenza di Guido Meda, voce storica della Motogp per Mediaset.

Guido Meda Sky 2014

Possibile un suo passaggio a Sky per continuare a commentare le gesta del Motomondiale. Difficile che rimanga a Mediaset a meno che non passi al commento della SuperBike per la quale Mediaset ha comprato i diritti televisivi fino al 2015.