Valeria Straneo argento

L’Italia dell’Atletica delude ancora una volta.


E’ finito il Mondiale di Mosca 2013. Partito alla grande per l’Italia con una medaglia d’argento nella prima giornata conquistata dalla maratoneta Valeria Straneo.

Valeria Straneo argento

Purtroppo però il medagliere italiano non si è più mosso e il bottino al ritorno è veramente magro.
Una medaglia sola, come a Daegu 2011 (andò peggio con un solo bronzo) sempre meglio della debacle di Berlino 2009 con 0 medaglie totali.

Sono anni ormai che l’Italia dell’Atletica non riesce a portarsi fuori da questa crisi endemica.
Ci sono speranze per Rio 2016?

Una delle più grandi speranze rimane Alessia Trost nell’alto, appena ventenne può avere un grande futuro davanti a se. Occhio a non bruciarla.
Sperando che torni presto alle competizioni Antonietta Di Martino, punta italiana nella stessa competizione già vincitrice di due medaglie ai Mondiali.

Nel salto triplo Donato alle Olimpiadi 2016 avrà una certa età. Rimane la speranza di Schembri (che però ora come ora non sembra a livello medaglia olimpica) e soprattutto di Daniele Greco, grande assente a Mosca 2013 per infortunio dopo gli ori sia agli Europei Indoor che ai Giochi del Mediterraneo quest’anno.


Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *